La tecnologia di cattura e stoccaggio della CO2 (CCS)

La tecnologia di cattura e stoccaggio della CO2( CCS) detta anche “clean coal”, è una tecnica utilizzata   per catturare dai fumi delle centrali elettriche a carbone, le emissioni di biossido di carbonio. Dopo la cattura si procede al  sequestro: si provvede a iniettare il biossido di carbonio in specifici luoghi, come ad esempio nel sottosuolo a circa 7.000 metri sotto la superficie terrestre; a tali profondità, l’anidride viene conservata in profondi falde saline, che consistono in grandi sacche di salamoia che possono reagire chimicamente con questo gas, solidificandolo. Questa pratica non è efficiente come fin oggi si era pensato, le notizie che giungono dal  MIT (Massachusetts Institute of Technology )non sono incoraggianti. Questi processi riescano a rimuovere con efficacia le emissioni, ma non possono assicurare il loro sequestro a lungo termine. I ricercatori del MIT hanno scoperto che una volta iniettata nel terreno, la percentuale di anidride carbonica trasformata in sedimento roccioso è molto minore di quanto fino a ieri calcolato, c’è una parte che resta in fase  gassosa o liquida, ed è in grado di muoversi, tornare in superficie,  cioè in atmosfera. Un secondo punto a sfavore di tale tecnica è il costo dei processi. Nei dati forniti dal Global Carbon Capture & Storage Institute (GCCSI) per  ogni MWh prodotto applicando le tecniche CCS i costi lievitano di  50- 100 dollari, e secondo la International Energy Association (IEA), l’utilizzo di un impianto di CCS per la cattura della CO2 a una centrale a carbone fa aumentare i prezzi medi dell’elettricità tra il 39 e il 64% e del 33% nel caso di una centrale a gas naturale. Possiamo concludere che l’energia prodotta da fonti fossili non è economicamente sostenibile, ci chiediamo perché nella COP 21, la CCS é  stata considerata come un’alternativa valida per la lotta al riscaldamento globale.

 

420 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *