La fragilità

Seminario “La fragile bellezza” Assisi. Nel discorso di apertura  Padre Mauro Gambetti Custode del Sacro Convento di San Francesco cita un testo antico. L’ episodio racconta di una donna che versa sul capo di Gesù un unguento profumato e i discepoli la giudicano molto male per quel gesto. Gesù invece elogia la donna per quello che ha fatto. “ Al centro c’è una donna, emblema della fragilità, non teme di manifestarla pubblicamente. È  la fragilità propria della cose gratuite, come quelle elargite da madre natura, esprime davanti a tutti i sentimenti che la animano, fino a donarsi con quel gesto. Gesù a differenza degli apostoli, sceglie e apprezza quella  fragilità.”                È la fragilità di chi non basta a se stesso e osa rendersi vulnerabile per stabilire un legame d’amore. La fragilità non è un difetto ma l’espressione della condizione umana. È la fragilità che genera sentimenti. Per Gesù la fragilità è una risorsa, l’assume e la valorizza. La fragilità  ha il potere di maturare sentimenti di tenerezza, compassione e può aprire nuovi insondati orizzonti di comprensione della realtà. Non  spinge a vincere. Conosce gli ultimi, non soltanto i forti. Abbracciare la fragilità è una strategia, una visione di vita, al contrario la ricerca di potere appare come un’atrofia del vivere. Osservate l’analogia fra gli  uomini è la natura. Ogni  essere umano vive serenamente solo quando quello che fa e che dice è in armonia con il proprio essere, non deve modificarsi per diventare un altro o per piacere al prossimo. La natura allo stesso modo  ci chiede di essere assunta per quello che è, non chiede modifiche  o manipolazioni, solo cosi può mostrare la sua bellezza. Siamo un tutt’uno con essa  e  ci insegna e ci invia un messaggio forte. Lasciamo che ci mostri nuove vie per la cura delle nostre società malate,  per acquisire tenerezza e conservare la nostra fragilità, collaborare e non competere, capire come essere responsabili dei suo doni gratuiti,  valorizzarli, e vivere  in simbiosi con la bellezza del creato.

Patty L’Abbate

527085

666 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *