Archivio mensile:agosto 2014

Danimarca: bollino per i ristoranti che non sprecano

Gli sprechi alimentari . Ogni anno nel mondo finiscono  nella pattumiera 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, mentre 842 milioni di persone soffrono la fame. Le risorse alimentari del Pianeta sono distribuite in modo poco equilibrato, con i Paesi occidentali afflitti da malattie causate dall’eccesso di cibo, e i Paesi del Sud del mondo gravati dalla piaga della denutrizione. In  Danimarca  Il marchio Refood di recente ha lanciato un’iniziativa che premia i ristoranti, gli hotel e i bar che non sprecano cibo e attuano strategie mirate per il riciclo degli scarti alimentari.   Secondo una recente indagine, il 45% dei danesi preferisce mangiare in ristoranti che non sprecano il cibo, sono già 100 le imprese che hanno ottenuto la certificazione Refood.REFOOF_certifified_Logo_150x150_01

339 Visite totali, 1 visite odierne

Cina: via il PIL, il benessere si valuta con ambiente e la povertà.

Che la ricchezza non basti a misurare il benessere non è una novità, ci sono infatti  vari tentativi nel mondo, di sostituire il Pil con altre misurazioni, come quella della “felicità” scelta dal Buthan. Ma ora è la Cina a muoversi, con oltre 70 città e distretti che hanno  2013_04_03_grabb_13855_0_rsz628x471abbandonato il Prodotto interno lordo come misura della performance locale, ponendo attenzione sull’ambiente e sulla riduzione della povertà,  proprio quando  l’OCSE progetta di sostituire il Pil con il suo Better Life Index. Continua a leggere

368 Visite totali, nessuna visita odierna

Warka Water “L’albero della vita”.

E’ un’invenzione Italiana, una struttura in bamboo che raccoglie l’acqua e salva la vita a migliaia di persone. Gli inventori sono due Italiani, Arturo Vittori e Andrea Vogler con il sostegno del Centro Italiano di Cultura di Addis Abeba e la EiABC (Ethiopian Institute of Architecture, Building Construction and City Development). Il progetto Warka Water, presentato per la prima volta alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2012, è rivolto alle popolazioni rurali dei paesi in via di sviluppo, dove le condizioni infrastrutturali ed igieniche rendono l’accesso all’acqua potabile quasi impossibile. Continua a leggere

455 Visite totali, 1 visite odierne

Auto elettrica anfibia

La start-up giapponese Fomm ha realizzato una city car elettrica anfibia:  La Fomm Concept One. Quattro posti in 250 cm. Più che per gli eventi estremi come tsunami e alluvioni, la Fomm Concept One potrebbe rivelarsi utile nel caso di allagamenti cittadini, previsti in crescita a causa dei cambiamenti climatici in corso, per superare sottopassi o aree allagate. A rendere interessante la piccola elettrica giapponese sono pure altre soluzioni, come le porte scorrevoli, il cruscotto digitale e l’ampia sezione vetrata del tetto. L’attrazione maggiore è, però, il design che ha consentito di ricavare spazio per quattro passeggeri in un’auto lunga appena 249 cm, 15 in più della Renault Twizy. Un risultato che, secondo i progettisti, rende la Concept One “la più piccola auto elettrica al mondo con 4 posti”. Un “record” che potrebbe diventare realtà considerato che la Fomm ha annunciato l’intenzione di produrla in serie per il mercato locale a un prezzo di un milione di yen (poco più di 7.200 euro), batterie escluse. debut_image Continua a leggere

428 Visite totali, nessuna visita odierna

Il Pluri-albero

Inventato l’albero delle “meraviglie”: in un’unica pianta decine di diverse tipologie di frutta a nocciolo. Attraverso una serie di procedure di innesto, l’artista newyorkese Sam Van Aken ha creato il “Tree of 40 Fruit”. La speciale pianta è in grado di generare durante diversi momenti dell’anno una grande varietà di frutti che comprende pesche, susine, albicocche, nettarine, ciliegie e perfino mandorle. Van Aken è riuscito nell’incredibile impresa con un processo che lui chiama “scultura attraverso l’innesto”. Continua a leggere

448 Visite totali, nessuna visita odierna